• it
  • en
Le grandi cose iniziano sempre da dentro siamo nati per rinascere.

Il Giappone, uno sguardo sul futuro

“Una grande illuminazione nasce da un grande dubbio”

La più importante fiera dell’hi-tech in Asia, tenutasi ad inizio mese alla Makuhari Messe di Chiba, non lontano da Tokyo, Ceatec (Combined Exibition of Advanced Technologies) resta una manifestazione di estrema importanza per rendersi conto di come la robotica, l’intelligenza artificiale, l’internet delle cose e la realtà virtuale cambieranno sempre di più la nostra vita. Una sezione speciale è stata dedicata all’IoT (Internet of Things) dove i prodotti diventano fornitori di servizi e tutto è interconnesso in modo intelligente. Diverse aziende hanno puntato su questo argomento tra cui la Mitsubishi UFJ che ha presentato uno smartphone che consente con facilità di aprire un conto bancario online (è il primo servizio di questo tipo in Giappone) oppure la Toyota che ha introdotto un nuovo baby-robot, Kirobo Mini, che assomiglia ad un bambino (alto solo 10 cm), parla come un bambino, dando l’illusione di avere un rapporto a livello emozionale (connesso ad uno smartphone). Tale robot sarà in vendita in Giappone l’anno prossimo ed ha già fatto scalpore come un nuovo tipo di “companion robot” che potrebbe rendere meno infelici persone sole oppure donne e uomini che non hanno avuto figli.

Impressionante è come la realtà virtuale sta prendendo piede grazie a nuove tecnologie che riescono a trasmettere informazioni anche attraverso il corpo umano, vedi Panasonic. In futuro i giapponesi potranno fare a meno di scambiarsi i biglietti da visita cartacei perché basterà una stretta di mano per far passare le informazioni. In questo modo e con questo passo c’è il rischio che parecchi lavori diventino obsoleti. A rischio ci sono anche i traduttori in quanto c’è un tablet interattivo di Mitsubishi Electric che permette di avere una comunicazione rapida ed efficiente tra chi parla lingue diverse. Sharp, azienda controllata dai taiwanesi di Foxconn, sta delineando un futuro dove gli elettrodomestici possono essere ottimizzati con l’intelligenza artificiale; sarà il frigorifero a suggerire cosa cucinare in base alla scadenza degli alimenti .

Non tralasciamo un aspetto molto importante che viaggia di pari passo con l’innovazione ossia la proprietà industriale, che in Giappone è tenuta molto in considerazione. I brevetti sono realtà importanti e imprescindibili dalla realizzazione di qualsiasi prodotto e progetto, infatti il Giappone si distingue nel mondo per un altissimo numero di brevetti depositati, più di 200.000 l’anno.