• it
  • en
Le grandi cose iniziano sempre da dentro siamo nati per rinascere.

“La Lombardia si conferma patria dell’innovazione e della ricerca”

I dati sono stati diffusi in occasione del convegno “Open Science & Innovation” organizzato da Airi (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale) tenutosi a Milano nel mese di febbraio. In tale tavola rotonda è emerso che occorre intervenire per favorire i progetti concreti e di interesse comune che nascono da innovazione attraverso la ricerca per poi diventare un’opportunità per l’industria. Secondo Airi in dieci anni le imprese hanno quasi raddoppiato le commesse di ricerca e sviluppo. Tutto questo ha accelerato la corsa all’innovazione in Lombardia. Negli ultimi 5 anni le domande di brevetti depositate sono cresciute del 30%, quasi 20.000 nell’anno 2018 (39% del totale nazionale), contro i 15.000 nell’anno 2013. Sono aumentate anche le richieste per i marchi, 16.000 nell’anno 2018 , il + 7,4% rispetto agli ultimi 5 anni (un totale di oltre 36.000 depositi sui 110.000 circa in tutta Italia). Uno studio fatto dalla Camera di Commercio di Milano- Monza Brianza- Lodi, sui dati del Ministero dello Sviluppo Economico- Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, ha fatto emergere che Milano guida l’innovazione  in Italia con quasi 32.000 tra brevetti e marchi depositati nell’anno 2018, seguita da Roma con quasi 20.000, Torino con 13.000, Napoli con 3.000, Bologna, Firenze e Padova che insieme superano i 2.000. Non dimentichiamo che tra le prime 20 realtà italiane si trovano anche Brescia con 1.583 depositi, Monza e Brianza con 806 ed infine Bergamo con 688. Questi numeri evidenziano chiaramente quanto la ricerca sia importante affinché le aziende  innovino e tutelino la loro innovazione attraverso la proprietà intellettuale.