• it
  • en
Le grandi cose iniziano sempre da dentro siamo nati per rinascere.

“La Ferrari elettrica, work in progress!”

A Maranello la gestazione è lunga, vogliono pensarci bene prima di proporre un’auto di rottura. In Ferrari sanno benissimo che il loro prodotto elettrico dovrà essere una vettura che sia una Ferrari anche senza il suo cuore pulsante, i cavalli vapore. Tutti sanno che non possono fallire anche pagando il prezzo di arrivare con qualche mese o anno di distacco rispetto ai loro competitor. Non dimentichiamoci che stanno ancora provando a capire quando mettere a disposizione del loro pubblico il  primo SUV che arriverà sicuramente circa 20 anni dopo il debutto della Cayenne di Porsche. Recentemente sono stati depositati e registrati disegni che rispecchiano la volontà di realizzare un’auto supersportiva che però si discosti dalle tradizionali per l’adozione di un motore elettrico. Tali disegni tecnici sono parte di brevetti depositati dal Cavallino Rampante presso lo European Patent Office. Il telaio è degno di una Ferrari che ha nelle corse il suo più grande alleato. Non mancherà di certo un’area dedicata ad alloggiare le batterie. I tempi per vedere una Ferrari elettrica pronta per essere commercializzata non sono maturi, ma ci arriveremo.