• it
  • en
Le grandi cose iniziano sempre da dentro siamo nati per rinascere.

GLI INTANGIBILI, UN PATRIMONIO INVISIBILE

“Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato!”

Nell’ambito dell’attività di un’impresa,un ruolo determinante per lo sviluppo e l’affermazione del tessuto economico della stessa viene assunto dall’insieme delle informazioni e processi produttivi che rendono l’azienda “unica”rispetto alle altre realtà che operano sul mercato. In un’unica parola il concetto si traduce in “know how” aziendale, che non comprende solo il patrimonio di conoscenze delle persone, ma coinvolge proprio l’impresa stessa, il suo sistema organizzativo completato da tutte quelle informazioni generate da relazioni interne ed esterne che delineano la “cultura aziendale”. Il “know how” rientra nell’asset dei beni intangibili di un’azienda, che in alcuni casi garantisce periodi di profitti e di crescita straordinari , superiori alla norma, perché frutto di posizioni di vantaggio competitivo transitorio e di monopolio temporaneo.

Negli ultimi anni, partendo dal presupposto che gli intangibili sono alla base del processo di creazione del valore di un’impresa, sta avvenendo un’importante rivisitazione dei metodi tradizionali di valutazione , grazie ai quali si cerca di stimare il valore d’impresa. Gli intangibili rappresentano un ingrediente del business che la maggioranza delle aziende nel passato non ha gestito, non ha valorizzato, non ha pubblicizzato.

Nell’asset intangibili di un’organizzazione possiamo ricondurvi il Capitale Umano (conoscenza, abilità ed esperienza delle persone),la Proprietà Intellettuale (brevetti, marchi registrati e diritti di copyright dell’azienda),il Capitale Organizzativo o Strutturale (insieme delle conoscenze che rimangono all’impresa alla fine della giornata lavorativa), il Capitale Relazionale Esterno (valore delle risorse collegate alle relazioni esterne dell’azienda) ed il Capitale Sociale. Quindi ogni imprenditore dovrebbe sapere che la gestione di un’azienda , da un punto di vista di management, richiede da un lato elementi tangibili, quali la definizione degli obiettivi e dei budget da raggiungere, le strategie commerciali e di marketing da applicare, i piani e le procedure di lavoro da fissare , la programmazione delle attività. Allo stesso tempo però deve sapere che per applicare una corretta gestione deve prestare attenzione e focalizzare i beni intangibili della sua azienda, che sono invisibili ma sono essenziali. Aggiungendo quantità e qualità alla parte “sommersa” la parte “emersa” può svilupparsi ulteriormente e rimanere in maniera stabile a galla. Il capitale umano crea il capitale economico.

Lavorando sui valori, sulle mete, sulla cultura, sulle motivazioni , sulla conoscenza , sulle idee nuove , l’azienda migliora la sua produttività, la qualità e la quantità dei suoi prodotti/servizi e di conseguenza aumenta la sua redditività diventando così più appetibile sul mercato.